L’Onu chiede aiuti umanitari per l’Afganistan

16.10.2021

Precipita la situazione dal punto di vista dell'approvvigionamento dei viveri


Di fronte al drammatico scenario afgano, l'Ufficio delle Nazioni Unite per il Coordinamento degli Affari Umanitari (OCHA) ha chiesto con urgenza 606,2 milioni di dollari che verranno utilizzati per fornire assistenza prioritaria a undici milioni di persone.

L'importo sarà utilizzato per coprire la carenza di servizi di base negli ultimi quattro mesi del 2021. Di questo importo, 193 milioni di dollari saranno destinati a nuove esigenze ed i restanti 413 milioni erano già stati stanziati nell'ambito del Piano di risposta umanitaria del 2021, che ammonta a 1,3 miliardi ed il cui finanziamento raggiunge attualmente solo il 39%.

Le tre principali voci di bilancio corrispondono alla sicurezza alimentare e all'agricoltura, con 270 milioni di dollari; la salute, insieme all'acqua potabile e servizi igienico-sanitari, ammontano a 66 milioni ciascuna. Per quanto riguarda il sostentamento degli afgani, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO) ha messo in guardia sulla situazione critica nel Paese che minaccia la stagione invernale del grano. Quest'anno, molto probabilmente ci sarà un deficit del 25% nel raccolto nazionale.

Un afghano su tre soffre di una grave insicurezza alimentare, una situazione drammatica sotto ogni punto di vista. La metà delle calorie giornaliere ingerite dall'afghano medio dipende dal grano; la maggior parte della coltivazione di quel grano è destinata alla prossima stagione invernale, quindi è necessario assicurarsi che inizi subito la semina. Il 70% di tutti gli afgani vive in aree rurali, perciò l'agricoltura fornisce mezzi di sussistenza all'80% della popolazione. Sono necessarie più risorse per aiutare le famiglie più vulnerabili; c'è urgente bisogno di 15 milioni di dollari per sostenere i raccolti di grano, i pascoli per il bestiame e altre forme di sostentamento.

Valeria Sirigu

Aprile - Testata Giornalistica Regionale
di Articolo Uno Sardegna